Mercato elettrico

La liberalizzazione del mercato elettrico in Italia nasce per effetto del Decreto Legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (D.Lgs. n. 79/99, cosiddetto “Decreto Bersani”), che recepisce la direttiva comunitaria sulla creazione di un mercato interno dell’energia (96/92/CE).
Indicato solitamente come "borsa elettrica italiana", il mercato elettrico consente a produttori, consumatori e grossisti di stipulare contratti orari di acquisto e vendita di energia elettrica.
La creazione di un mercato risponde all’esigenza di promuovere, secondo criteri di neutralità, trasparenza ed obiettività, la competizione nelle attività di produzione e di compravendita di energia elettrica attraverso la creazione di una “piazza del mercato”.

Il Consorzio BCC Energia opera su questa piazza, ponendosi come negoziatore che presenta unite le richieste di energia di tutti i suoi Consorziati: la richiesta di fornitura così presentata permette di ottenere un prezzo vantaggioso per i singoli aderenti. Questo è il primo e il principale obiettivo del Consorzio, nato dalla volontà di mettere a sistema il servizio di rinegoziazione delle condizioni di fornitura dell’energia elettrica e strutturarlo per l’intero gruppo.
Con un “paniere” di consumi che, ad oggi, supera i 90 milioni di kWh, il Consorzio bandisce annualmente una gara per la fornitura di energia elettrica sia attraverso rilanci in termini economici che disciplinando gli aspetti contrattuali. In questo modo permette ai propri Consorziati di acquistare sul libero mercato l’energia elettrica alle migliori condizioni offerte, oltre ad assicurare una consulenza tecnica qualificata in campo energetico.

Una nuova opportunità offerta dal Consorzio è la possibilità per i clienti/soci delle BCC consorziate di poter acquistare l’energia elettrica sul libero mercato e ottenere prezzi competitivi grazie ad alcune convenzioni dedicate (per le utenze domestiche e le utenze con Partita IVA e consumi di energia elettrica inferiori a 250.000 kWh annui) o attraverso il servizio di rinegoziazione annuo del prezzo dell’energia elettrica (per le utenze con consumi di energia elettrica superiori a 250.000 kWh annui).
Il Consorzio permette così alle singole BCC consorziate di offrire ai propri clienti un servizio di qualità che costituisce anche un valido strumento di marketing ed autopromozione per la Banca.

Energia Verde: una scelta sostenibile

L’energia elettrica acquistata tramite il Consorzio BCC Energia deriva al 100% da fonti rinnovabili. Ogni anno il Consorzio negozia infatti la fornitura di energia elettrica “verde” (certificata con Garanzia d’Origine) per tutto il volume acquistato.

Le BCC, le Federazioni Locali e tutti gli Enti e Società del Gruppo consorziate possono comunicare ai propri Clienti la loro scelta di sostenibilità ambientale attraverso una vetrofania appositamente predisposta che viene inviata a tutti i consorziati.

 vetrofania 2013  Vetrofania 2014  Vetrofania 2015

 
Per partecipare alla negoziazione del prezzo dell’energia elettrica, determinato, tramite gara, per un intero anno solare, è necessario che le BCC aderiscano al Consorzio entro il mese di settembre dell’anno precedente.